lunedì 10 ottobre 2011

Nella vita si incontra spesso il Lamento

Lamento


Tuo nome geniale,
né ogni tuo male è
muto, né io lagne e
lamenti nego: “Ueo”
Mulo! Gente, noia, e
guanto, e le moine,
e, O gaie multe! non
nume e etnologia
ma unte enologie,
e io... mungo l’Atene,
Teo, ungo le mani e
amo le tue gonne, i
tuoi «Angelo me ne
mangio le note “U”» e
il monte euganeo...
Le tue gonne, o mia
gente umile! O ano
gaio nel nome, tue
unte, moge lane, io
non gemo! E lui a te,
genio tele-umano,
uomo inelegante
Ugo, le intona e me
ne mangio o le tue
io me le tengo. Una
a ogni elemento U!

Eugenio Montale



Il riferimento a questo meravigliosa poesia di Montale, suggella alla perfezione lo stato umano che ognuno di noi puo' incontrare nella sua vita, nella sua giornata, nelle ore che ci accompagnano.Il dipinto che ho accostato è quello di Picasso "donna che piange". Ne sono un'amante sfegatata e non posso non menzionarlo spesso e volentieri. Un vorticoso giro di colori, passioni e lamenti è la vita.
Celyne


2 commenti:

  1. Mi piace il tuo blog! che ne dici se ci seguiamo a vicenda?
    un bacio
    www.feedyourfashionmind.com

    RispondiElimina

...e voi? cosa ne pensate?