venerdì 30 dicembre 2011

KRAPFEN*LAST DAY OF THE YEAR

KRAPFEN RICOPERTI DI ZUCCHERO A VELO




















Mangiare qualcosa di gustoso fa bene sia alla Mente che al Corpo, donando un forte senso di soddisfazione!
Essendo sotto feste natalizie e domani è l'ultimo giorno dell'anno ,quale migliore idea per fare questi dolci?

Per la cena dell'ultimo dell'anno i krapfen potrebbero calzare a pennello!

Ecco la ricetta con un accenno alla storia di questo magnifico dolce!


Il Krapfen è un dolce nato nel ‘600 e di origine Austriaca, di Graz, capoluogo della Stiria , cittadina immersa nel verde.
Questo fragrante dolce dal ripieno di marmellata di albicocche, è conosciuto anche in Baviera, come "Faschingsk krapfen auf Grazer art", cioè "dolce di Carnevale alla moda di Graz".
Da Graz fu esportato a Vienna, e poi si diffuse nel Lombardo-Veneto e soprattutto in Trentino, dove nei centri dolomitici si mangiano ancora oggi i migliori krapfen che si possono trovare in Italia. 


PREPARAZIONE

Sciogliete il lievito di birra in mezzo bicchiere di latte intiepidito con un cucchiaino di malto o zucchero. Mescolate il latte rimasto con lo zucchero semolato, la vanillina e le uova che sbatterete con una forchetta. Nel frattempo setacciate le farine e versatele nella ciotola di un mixer munito di gancio a foglia; unite la buccia grattugiata del limone, azionate il mixer e unite poco alla volta il composto di latte e malto.
Quello che un krapfen deve assolutamente avere per essere considerato tale è il ripieno di marmellata di albicocche (da introdurre prima di friggere il dolce, affinché tutta la pasta ne assorba l’aroma)anche se volendo potreste riempirli con crema pasticcera,cioccolata, ecc...e la ricopertura di zucchero al velo; deve inoltre essere stato impastato con lo strutto migliore, fritto nell’identico condimento, e servito caldo.
subito dopo il composto di latte, zucchero e uova . 
Lavorate bene tutti gli ingredienti fino a ottenere un impasto omogeneo, quindi unite in due volte il burro ammorbidito  che avrete precedentemente tagliato a pezzetti. Lavorate l’impasto fino a che diventerà liscio ed elastico .
 Adagiate l’impasto in un recipiente coperto con un canovaccio, dove lo lascerete lievitare per almeno 2 ore (il volume dovrà triplicare). Quando l’impasto sarà lievitato  stendetelo con un matterello in una sfoglia di circa 3 mm , dalla quale, con uno stampino (coppapasta, bicchiere o tazza), ricaverete dei dischi del diametro di circa 6 cm . 
 Ponete al centro dei dischi un cucchiaino di marmellata , spennellatene il bordo con dell’albume e ricoprite il tutto con un altro disco , premendo bene i bordi.
Lasciate riposare i krapfen per almeno 1 ora . Trascorso il tempo necessario, scaldate in un tegame lo strutto(o l’olio) e friggetevi a fuoco moderato (non superate i 170°) i krapfen , pochi alla volta , rigirandoli affinché si dorino su entrambi i lati. Toglieteli dal tegame con una schiumarola , fateli sgocciolare e asciugateli con la carta assorbente prima di cospargerli di zucchero a velo.


BUON APPETITO E TANTI AUGURI DI BUON ANNO!!!

11 commenti:

  1. Carissimo questi splendidi dolci, invogliano aa fare cose golose, peccaminose.
    I peccati di gola, come quelli della carne"
    Splendore del gusto.....
    "poesieinsmalto"

    RispondiElimina
  2. Con il presente sono ad augurarti una buonissima fine ed un'altrettanto buonissimo inizio del nuo anno. Un abbraccione.

    RispondiElimina
  3. Che bontà, ho l'acquolina :Q___
    Buon anno a te Celyne!!!

    RispondiElimina
  4. Mia madre li faceva con una smodata quantità di crema!!!

    RispondiElimina
  5. Happy new year dear, wish you all the best! ♥ XOXO

    RispondiElimina
  6. mmmm ho appena finito di cenare e mi hai fatto già tornare fame , complimenti hanno un aspetto davvero delizioso :) non vedo l'ora di avere un po' di tempo per farli :D

    RispondiElimina
  7. @soha, thank u !!!happy new year to you!!!

    RispondiElimina
  8. Ciao, mi piace moltissimo il tuo blog e ti seguo sempre. Vorrei provare a fare questi krapfen ma non c'è l'elenco con il quantitativo degli ingredienti...........mi sbaglio?...........grazie.
    Valentina

    RispondiElimina

...e voi? cosa ne pensate?